Festival delle lingue 2018 - atelier la lingua dei segni

Quando si partecipa al Festival delle Lingue si pensa di scoprire idiomi appartenenti a lontani paesi del mondo, eppure ci si dimentica che anche nella nostra piccola realtà ticinese e in quella italiana è presente una lingua sconosciuta a molti : la LIS (lingua italiana dei segni).

 Essa viene utilizzata dalla comunità delle persone sorde (termine migliore per nominarle) oppure da persone udenti, che se ne devono servire a causa di altre problematiche, ad esempio chi soffre di mutismo e non ha possibilità di comunicare in altro modo.

Durante l’atelier sono state insegnate le caratteristiche fondamentali della lingua dei segni, ad esempio, l’importanza dell’espressività del viso per dare senso alle parole e alle frasi che si vogliono dire.

Oppure quella della collocazione del verbo, che nella lingua dei segni si trova sempre alla fine della frase, mentre la lingua italiana mette di solito in successione soggetto, verbo e complemento oggetto.

In seguito si è passati all’apprendimento della gestualità legata ai singoli vocaboli, e secondariamente c’è stata l’occasione di mettere in atto quanto imparato attraverso l’esecuzione di una canzone utilizzando solo la mimica delle mani.

Successivamente è stato spiegato il modo in cui affronta le proprie giornate, che in fondo non sono poi così diverse dalle nostre, un sordo, e di quali oggetti, creati appositamente per lui, fa uso.

La sveglia che vibra sotto il cuscino all’ora prestabilita è solo un esempio, così come alcuni dispositivi elettronici che emettono luce quando qualcuno suona il campanello o quando un bambino piange, così da permettere al sordo di capirlo.

In conclusione si può dire che non capita spesso di dover interagire nella lingua dei segni, ma che è comunque importante sapere com’è vivere in una realtà differente dalla nostra, quindi in un mondo di silenzio.

Perciò è essenziale sapere in che modo comunicare con le persone sorde così come si riesce con qualcuno che parla una lingua straniera.

Articolo di: Alison, Aurita, Coraline, Gloria, Greta, Ivan, Jasmine, Thomas 4B